Oggi è 26 maggio 2020, 14:58

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 18 novembre 2015, 10:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 8 marzo 2015, 15:54
Messaggi: 55
Località: Comiso (Rg)
Togliere il catalizzatore si ma lasciare le sonde !
Sarebbe da provare voi che ne pensate

_________________
Nel dubbio accelera la tenuta e assicurata !


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 18 novembre 2015, 15:56 
Non connesso
Spider Bot RAVver
Spider Bot RAVver
Avatar utente

Iscritto il: 23 febbraio 2010, 17:05
Messaggi: 1658
Località: Prov. Roma
kanarino ha scritto:
Scusate ma se è stato tolto fisicamente il barilotto del DPF (non potendo rimappare la centralina il Rav) non si dovrebbe accendere la spia motore ed andare in recovery?

perche' dovrebbe andare in recovery? per una questione di pressioni e depresioni?

enzorav4 ha scritto:
Togliere il catalizzatore si ma lasciare le sonde !
Sarebbe da provare voi che ne pensate

ma se non possiedi il dpf, vuoi trasformare la tua in euro 0? i problemi sorgono per coloro che hanno il dpf. :megaball:

_________________
il tempo non lo vede nessuno, il risultato lo vedono tutti
Rav4.3 DPF 136cv
Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 18 novembre 2015, 18:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 8 marzo 2015, 15:54
Messaggi: 55
Località: Comiso (Rg)
A presto taglio e provo a una nuova avventura che Dio mi assista : CoolGun : : CoolGun :

_________________
Nel dubbio accelera la tenuta e assicurata !


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 15 maggio 2020, 0:35 
Non connesso

Iscritto il: 16 luglio 2017, 22:12
Messaggi: 73
jospom ha scritto:
enzorav4 ha scritto:
Salve a tutti vorrei togliere il catalizzatore sul mio rav 4 volevo sapere se qualcuno lo ha tolto e quali benefici da poco ho tappato egr e i risultati si vedono accettò consigli grazie. :roll:

hai chiuso e basta senza fare alcuna modifica? perche' anche per questo ho letto che ci sono due strade che si possono seguire. Per l'eliminazionde della rigenerazionee filtro trovato questo :



-Eliminate rigenerazioni inserendo una resistenza da 82K (sapete dove*).
-Svuotato FAP
-Svuotato catalizzatore
-Percorsi 12000 Km senza nessun recovery o spie accese
-Passata revisione con analisi dei fumi a pieni voti !!

P.S. posso far vedere il responso dell' analisi dei fumi a chi lo desidera .
non nascondo che durante tale operazione ero un pò preoccupato.
Totale, a cosa servono realmente questi sistemi?
Chi ci guadagna?
Perchè l' analisi dei fumi è andata a buon fine?
e non parlo di averla superata di poco ma a pieni voti ,riporto quanto rilasciatomi :

Opacimetro: TEXA S.p.a. DIESEL TEST
Contagiri: TEXA RC3
Misure di fumosità allo scarico :
Valori K = m-1
1) 0,05
2) 0,03
3) 0,00
Media dei 3 valori 0,00
limite 0,5 K m-1
Temp olio motore C° 91,0
Giri minimi 790
Giri massimi 4080
ecc...

( * )
La sonda lambda, probabilmente è tarata per il Diesel, pero' lavora esattamente come nel motore a benzina, nel senso che la combustione non deve essere nè troppo grassa nè troppo magra.
Quando essa è bilanciata, la tensione in uscita è do 0.45 Volt .

Otre le rigenerazioni innescate dal sensore differenziale, avvengono anche quelle programmate, che in realtà non sono
poi programmate, ma dipendono dalla quantità di carburane consumato, infatti in città dove i consumi sono più elevati, a me avvengono dopo avere percorso tra i 57 e i 62 Km mentre in percorsi extraurbani possono avvenire anche dopo 80 KM.

Detto questo proseguo a descrivere la mia esperienza.
Collego la lampadina spia sul quinto iniettore e con un filo sufficientemente lungo me la porto nell' abitacolo dell' auto, e con mia sorpresa la vedo accendersi continuamente per tutto il viaggio!
Parecchi lampi che durano una frazione di secondo, circa tre o quattro in sequenza, poi qualche secondo di pausa e poi ancora lampi sequenziali.Se non premo il pedale dell' acceleratore tipo in discesa o in inerzia, la spia sta sempre spenta,Appena la chiamo riprende.Ho fatto un Viaggio di circa 70 KM e per tutto il viaggio la lampadina ha fatto centinaia di lampi brevi.
Il tempo per cui l' iniettore rimane aperto, non è sufficiente a fare fumate brutte, ma se sommo tutte queste aperture, deduco he mi abbia bevuto un bel pò di carburante.
Morale : una micro rigenerazione avviene per tutto il percorso, se poi interviene il sensore differenziale, la quantità di carburante iniettato aumenta.
A questo punto ho fatto un ragionamento:
Il sistema può funzionare solo se il DPRN è in temperatura, altrimenti è inutile iniettargli del gasolio che non serve per pulirlo,
infatti quando la mattina parto e la macchina è fredda, la mia spia rimane spenta, per cominciare ad accendersi appena il sistema è caldo.
Allora ho collegato un tester sul sensore di temperatura è ne ho misurato la resistenza 120 Kohm a freddo , e man mano che riscalda scende progressivamente a 40 Kohm ... interessante!!
Ho staccato il connettore del sensore temperatura ( quello con due fil) e al suo posto gli ho collegato una resistenza da 82Kohm, ora la centralina vede una temperatura di qualche centinaio di gradi, indice che tutto va bene, ma non ancora sufficiente per far partire rigenerazioni di nessun tipo.
La spia sul mio cruscotto non si è mai più accesa,la macchina non va in recovery e l' albero di natale rimane spento.
La EQU sta ancora aspettando che il DPRN arrivi alla temperatura giusta ma questo non accadrà mai!
Ho percorso ormai 1500KM senza nessun problema e ieri ho svuotato il DPRN.
Non ho guadagnato molti cavalli come alcuni sostengono, ma la macchina è senz' altro più brillante e reattiva, e addio fumate nere e addio consumi eccessivi.
Dimenticavo, ho anche bypassato la valvola EGR come descritto da orzoway, addio manutenzione EGR

Riassunto : Scollegare il sensore di temperatura del DPRN e al posto suo collegare una resistenza da 82 Kohm.
Costo dell' operazione 10 centesimi.


Scusate, vorrei tornare su questo "vecchio" post...
secondo me, potrebbe funzionare, chiaramente a patto di togliere il DPF, svuotarlo, altrimeni dopo un po' è tutto tappato...oppure...leggere più avanti!
Io mesi fa, ho staccato i sensori di temperatura, e ho percorso ca. 3-4'000 km...
mi segnalava l'errore del sensore di T, ma nessuna rigenerazione!!! quindi, credo che mettere resistenza fittizia, (io avendola tolta, la centralina vedeva una resistenza troppo alta!), simula un filtro non ancora in T senza errori di sorta. (probabilmente gli ing. toyo non hanno previsto di controllare se T non saliva mai, controllano se è troppo bassa, o troppo alta---> sensore rotto, ma forse poco più)
Chiaramente appena riagganciato sensore....ho avuto il famigerato p2002...

Ora ho pensato una cosa maligna...siccome nel mio caso specifico, mi faceva sempre le rigenerazioni quando "non doveva", per spiegarmi, vi racconto il mio percorso tipo:
- Mattina, "scendo" dai monti, per recarmi al lavoro, 15-20 km...tutti in discesa, l'auto, soprattutto in inverno non si scalda neppure. Arrivato in fondo...qualche km di piano...poi salgo una rampa...all'ingresso dell'azienda...e wuuuumm, fumone, con conseguente figuraccia e improperi dei colleghi che sono dietro.
- il ritorno è al contrario, quindi con auto che si scalda...poi 20 min di motore bello in tiro!
- 2-3 volte a settimana, percorsi più lunghi di 50-100km con anche autostrada....

si potrebbe pensare (si una mente malata mi direte voi) a un sistema per cui:
- non tolgo completametne DPRN (nome del DPF toyo), ma lo sostituisco con uno a maglie più larghe;
- fra i sensori di T e la centralina, metto un sistema con un interruttore manuale, che "a mia scelta" decide se far leggere alla centralina la "resistenza fittizia" (modalità REGEN-DENIED) o quella reale del DPRN (modalità REGEN-ALLOWED).
- per cui, in pratica sono io a decidere quando la centralina può o meno fare la rigenerazione.

Chiaro che un sistema del genere non è idealissimo, e premette di doversi "ricordare" ogni tanto di switchare su modalità "rigenerazione permessa"....
ma potrebbe funzionare, anche sul lungo periodo?!

Ciao
Davide C.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 16 maggio 2020, 8:01 
Non connesso
Spider Bot RAVver
Spider Bot RAVver
Avatar utente

Iscritto il: 23 febbraio 2010, 17:05
Messaggi: 1658
Località: Prov. Roma
se è vero quanto scritto dall'utente che ha usato la resistenza , il tuo sistema è valido ,ma rimane l'obbligo di ricordarsi di azionare la combustione del filtro nonche' acquistare una marmitta con dpnr dal costo non propriamente economico.Sono scelte individuali.

_________________
il tempo non lo vede nessuno, il risultato lo vedono tutti
Rav4.3 DPF 136cv
Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 21 maggio 2020, 19:45 
Non connesso

Iscritto il: 5 giugno 2018, 11:57
Messaggi: 319
Località: No Se Pol City
Per me state facendo i conti male.

Il DPF ha diversi modi a livello elettronico per capirne lo stato e/o quando rigenerare.

Innanzitutto per capire se è saturo ha 2 sonde di pressione, 1 a monte e 1 a valle, la differenza di pressione ne deriva se pieno o vuoto.
Il discorso temperatura serve per dirci se deve innalzarla o meno.

Chiaramente tu non sai quando rigenera ( se non per la fumata ) o quando lo vuol fare, chiaramente in discesa senza carico sul motore anche se volesse rigenerare non sarebbe possibile perchè non andrebbe mai e poi mai in temperatura e come ci prova tu lo blocchi.

Siccome è un filtro che deve trattenere il particolato grosso per poterlo bruciare e ridurlo in dimensione... se non lo fai rigenerare quando e o come è stato progettato andrà ad intasarsi. E' solo questione di tempo.

Quindi se tu volessi mettere la resistenza, devi eliminarlo o arriverai al punto che la contropressione allo scarico sarà così alta che distruggerai il turbo e non riuscirai più a rigenerare il filtro amenochè di smontarlo fisicamente e farci fare un lavaggio con i suoi prodotti specifici.

Se l'utente lo ha testato per 1500km non è neanche minimamente un traguardo su cui basarsi sull'affidabilità di ciò che ha sperimentato


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 22 maggio 2020, 8:31 
Non connesso

Iscritto il: 16 luglio 2017, 22:12
Messaggi: 73
UncleJessy ha scritto:
Se l'utente lo ha testato per 1500km non è neanche minimamente un traguardo su cui basarsi sull'affidabilità di ciò che ha sperimentato


nel post originale l'utente ha detto chiaramente che poi ha ELIMINATO il filtro completamente (però mi sa che bisogna poi installare un emulatore, per simulare anche il sensore differenziale di pressione), ma l'emulatore, normalmente simula anche il sens di temp...quindi non risolvi con 10 cent.
si, c'è qualcosa che non tornaa me.

Davide C.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 22 maggio 2020, 18:49 
Non connesso

Iscritto il: 5 giugno 2018, 11:57
Messaggi: 319
Località: No Se Pol City
Se lo ha eliminato allora è OK.

Se non c'è differenza di pressione sulle tubazioni non cerca la rigenerazione e la resistenza fa il suo sporco dovere


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010